Com’è stato lavorare ai Digital Innovation Days 2020

Digital Innovation Days catalogo Futuria Marketing

Cosa troverai in questo articolo?

Qualche giorno fa si sono conclusi i Digital Innovation Days una tre giorni di innovazione pura, di digitale realmente utile… ma anche di riscoperta delle basi del marketing come del business.

Ma cosa c'era dietro le quinte? Come si lavora a un evento tra i più importanti d'Europa?
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Contenuti dell'articolo

L’esperienza di Futuria Marketing come sponsor e partner tecnico

Qualche giorno fa si sono conclusi i Digital Innovation Days una tre giorni di innovazione pura, di digitale realmente utile… ma anche di riscoperta delle basi del marketing come del business.

Ne abbiamo fatto parte come sponsor con Futuria Marketing, con il lavoro di Mariagiulia Luzzi e di Alessia Contessi e io personalmente come speaker nella sala Formazione Digitale, dove ho raccontato il paradigma del Marketing della Fiducia.

Ma al di là di questo, è stata un’esperienza autentica, di duro lavora ma anche di grande apprendimento, dove abbiamo visto – vi assicuro – di quanto duro lavoro ci sia dietro le quinte di una specie di “gigawebinar” con 200 relatori top.

Quando si riesce a far filare tutto dritto senza intoppi di rete, connessione, audio, prontooo mi sentiiii?!!?

viene da dire “coincidenze?! IO NON CREDO!”

Com'è stato lavorare ai Digital Innovation Days 2020 1

Altroché, c’è del lavoro durissimo lì dietro. Duro a volte anche nei modi, non c’è sempre tempo per i per favore, grazie, molto gentile. Ci si dice le cose in malo modo e velocemente, ma il bello è che nessuno se la prende perché c’è una causa comune e quella conta più del resto.

Come non ce la si prende quando si sbaglia, proprio per lo stesso motivo. Parliamo di un gran bel mondo, dove i baluardi del digitale possono essere messi in campo: velocità d’iniziativa, metodo sperimentale, funnel marketing.

Insomma, un mondo diverso da quello semplicemente dorato che chi è al di fuori immagina, ma dove le professionalità e le soddisfazioni sono altrettanto inaspettate per quanto grandi e gratificanti.

Una sbirciatina? Ma sì è possibile con questo video pubblicato su Linkedin sulla pagina dei Digital Innovation Days.

Come siamo finiti a lavorare con i Digital Innovation Days 2020

Rispondere a questa domanda è davvero difficile perché abbiamo fatto tante cose.

Ricordo quest’estate la prima chiacchierata con Nicola Nicoletti, uno dei due organizzatori dell’evento. Avevano da poco preso in gestione l’evento e dovevano costruire qualcosa di strepitoso che sorprendesse tutti e segnasse un grande balzo in avanti rispetto alle edizioni precedenti.

Ormai si sapeva già che l’evento fisico, dal vivo, ce l’eravamo giocato e all’inizio non posso negare che ero un po’ scettico. Mi sembrava un impegno importante, che avrebbe significato un investimento di risorse e di tempo non da poco e la prima telefonata non portò a nulla… eh sì, alle volte va anche così.

Passano un paio di mesi e grazie al nostro amico Gabriele Cavallaro, Founder dell’agenzia Blank, che ci aveva già presentato la prima volta creando il collegamento, riprendiamo il filo della discussione (ad essere del tutto sinceri, l’amicizia sia con Gabriele che con i fratelli Nicoletti era nata all’addio al celibato proprio di Gabriele a Barcellona, ma questa è un’altra storia).

Cos’abbiamo fatto ai Digital Innovation Days 2020

Questa volta quindi eravamo riusciti a liberarci da alcuni altri progetti molto time-consuming e l’affare si conclude… Futuria entra ufficialmente nei Digital Innovation Days.

Bello, ma difficile. Il progetto era già avviato e tutte le strutture digitali erano già in piedi, costruiti da altri. Questo, come chiunque lavori nel digitale sa bene, spesso può costituire un problema perché noi marketers siamo proprio come i cuochi, siamo abituati ai nostri fornelli e padelle.

[TO BE CONTINUED]

Scopri altri articoli simili...

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram